Lo Spirito umano è sia maschio che femmina. La tradizione kabbalistica insegna che quando un’Anima incarnata si divide dalla sua controparte nasce un essere di genere maschile o femminile. C’è un maschio ignoto in ogni donna, suo padre, e c’è una femmina ignota in ogni uomo, sua madre. 

L’Anima s’incarna con lo scopo di evolversi dal ciclo di nascita, vita, morte e rinascita. Il concetto di vita conduce quindi inevitabilmente al concetto di morte. 

Quando moriamo l’Anima va in un luogo noto come Piano Astrale. È lo stesso luogo dove andiamo durante il sonno e incontriamo Anime incarnate e disincarnate. (Leggi Il sonno e l’evoluzione dell’Anima

Il segno zodiacale dominante nel momento del trapasso e l’elemento che lo governa indicano lo stato evolutivo dell’Anima e quindi la missione terrena che deve ancora essere portata avanti in una successiva incarnazione. 

Quando nasciamo invece il segno zodiacale dominante trasmette all’Anima le caratteristiche di cui avrà bisogno per perfezionare e rettificare le azioni negative nella nuova incarnazione. Attraverso queste caratteristiche indotte dal segno zodiacale possiamo avere anche delle indicazioni su ciò che nella precedente vita ha influenzato la morte fisica, le prove e le sofferenze vissute. 

Le gerarchie angeliche che operano oltre l’anello invalicabile del Sistema solare personificano le energie che provengono dalle dodici Costellazioni Zodiacali; queste costituiscono il nostro cielo siderale attraverso i grandi Angeli Planetari

  • Ariete, Angelo Kamael 
  • Toro, Angelo Hanael 
  • Gemelli, Arcangelo Raphael 
  • Cancro, Arcangelo Gabriel 
  • Leone, Arcangelo Michele 
  • Vergine, Arcangelo Raphael 
  • Bilancia, Angelo Hanael 
  • Scorpione, Arcangelo Azrael 
  • Sagittario, Arcangelo Zadkiel 
  • Capricorno, Angelo Cassiel 
  • Acquario, Arcangelo Uriel 
  • Pesci, Angelo Asariel 

Rapahel e Hanael sono gli unici due Angeli che governano più di un segno. 

Le persone che nascono e muoiono sotto lo stesso segno zodiacale (Anime che abbracciano tutti i segni), se nel corso della vita hanno contribuito all’evoluzione dell’umanità, avranno la possibilità di non rincarnarsi più. Al contrario andranno nel Qlipotic1 o verranno frantumate. 

Persone che hanno condotto esistenze normali e muoiono prima o dopo il segno zodiacale sotto cui sono nate possono rincarnarsi sotto quello stesso segno zodiacale ma per un tempo molto breve solo per completare la loro missione e tornare nella Luce. 

Gli Angeli Planetari garantiscono anche la vita evolutiva del pianeta attraverso le forze occulte che governano il complesso molecolare degli elementi chimici della Natura, ossia aria, fuoco, acqua e terra, chiamati esotericamente Silfidi, Salamandre, Ondine e Gnomi

Se poniamo lo sguardo sull’astrologia come scienza di relazione tra Angeli e uomini possiamo comprendere meglio il significato occulto delle frasi spesso pronunciate in ambito olistico “l’energia segue il pensiero” o “correnti di energia ambientale”. 

In entrambi i casi si esprime una compartecipazione fra Arcangeli/Angeli e esseri umani. Questo dovrebbe farci riflettere su quale urgente bisogno abbiamo di risvegliare questa connessione tra noi e gli esseri celesti non solo per la nostra vita ma per la Terra e ogni creature che la abita. 

Luce e Amore, 

Barbara 

1 Nella cosmologia cabalistica, le Qlipotic sono letteralmente involucri, bucce o gusci che nel misticismo ebraico rappresentano il male

Leave a Reply