Il Sat Guru Charan (SGC) è un metodo di cura attraverso il massaggio dei piedi che il terapeuta effettua immerso nello stato meditativo. È più di una tecnica di massaggio. È qualcosa che va oltre il trattamento del sintomo o della patologia.

Il Sat Guru Charan, è ascolto, contemplazione e fluidità che prendono vita in quella che noi chiamiamo dimensione terapeutica, la nostra piccola trinità formata dall’unione di terapeuta, paziente e flusso.

Attraverso questa tecnica di massaggio il terapeuta è in grado di ripristinare equilibrio nella persona e condurla gradualmente verso la scomparsa del malessere. Malgrado i sintomi o i disturbi da cui si è affetti possano essere di diversa natura, in realtà sono riconducibili sempre ad una sola causa: uno squilibrio energetico che crea blocchi che si ripercuotono sul piano fisico o psico-emotivo.

In tanti anni di applicazione del metodo, ho potuto riscontrare notevoli benefici su disturbi legati allo stress: ansia, insonnia, attacchi di panico, depressione e alle conseguenze fisiologiche che questi disturbi comportano.

La persona che si sottopone al trattamento non deve fare altro che sdraiarsi e offrire i suoi piedi al terapeuta; la piacevolezza del massaggio, per niente fastidioso, effettuato dal tocco delle sapienti mani del terapeuta, indurrà un rilassamento profondo, base essenziale per ogni rigenerazione.

Provare per credere!

Il metodo Sat Guru Charan è stato fondato da Hari Simran S.K. circa 25 anni fa. Ancora oggi è lo stesso fondatore a preparare i terapeuti che scelgono di imparare questo metodo di cura che, peraltro, è in continua evoluzione grazie alle canalizzazioni che Hari Simran continua a ricevere e che non manca di trasmettere ai suoi terapeuti con amore e dedizione.

Per me è stato la porta verso i mondi sottili. Come Alice nel paese delle meraviglie mi sono avventurata dentro questa esperienza con profonda curiosità e un pizzico di scetticismo per ritrovarmi poi a scoprire un mondo vastissimo fatto di forme, colori, simboli, archetipi e forze angeliche.

Praticando il Sat Guru Charan sono riuscita a ridurre la mia parte razionale e a nutrire quella creativa capace di relazionarsi con il Cosmo e le Forze che lo governano fino a sviluppare una sensitività che mi ha letteralmente messo le ali.

Quando ho incontrato il SGC praticavo e insegnavo yoga da anni ma molte delle cose che credevo di conoscere in realtà le ho comprese proprio grazie a questa nuova esperienza.

Via via che proseguivo sul sentiero che mi avrebbe plasmata e fatta diventare una terapeuta prima e un formatore poi, le pratiche che avevo sempre fatto mi svelavano segreti e mi spingevano in luoghi inesplorati dove incontravo Esseri Luminosi.

In SGC impariamo a lasciar fluire il flusso dell’Universo attraverso di noi e questo pormi nei confronti di me stessa e della vita conosciuta e sconosciuta con morbidezza e abbandono ha modificato completamente il mio modo di vedere e vivere la vita e le relazioni. Una cura per la mia Anima, un inaspettato senso di liberazione dal controllo che applicavo su persone e cose intorno a me.

Ho imparato a fluire, e in questo fluire a contemplare, e nel contemplare ho ricevuto il dono dell’ascolto, nell’ascolto si è rivelato il Tutto!

Con la benedizione che viene dal toccare i piedi della vera coscienza, la gratitudine e l’intenzione di servire attraverso il Sat Guru Charan,

Barbara

Leave a Reply