Ci sono diversi modi per entrare in contatto con il mondo angelico. In questo articolo vi parlerò di quello che amo di più in assoluto: gli oli essenziali.

Gli oli essenziali sono sostanze aromatiche altamente concentrate, di origine naturale, prodotte da diverse piante. Rappresentano anche un potente strumento per aprire un vero e proprio portale attraverso il quale connetterci e attrarre a noi l’energia angeli.

La fragranza è una sottile forma di comunicazione eterea che eleva la nostra coscienza perché porta con sè l’anima della pianta. Facendo leva sul nostro olfatto, le piante comunicano con noi a livello istintivo e profondo. I recettori olfattivi sono collocati nella parte più antica del cervello, che è intuitiva e non governata dalla mente logica.

In tutte le tradizioni antiche e anche in molti rituali religiosi contemporanei, il profumo è uno degli elementi dell’offerta alla divinità. La sottigliezza inafferrabile del profumo, rilasciato dalle diverse fragranze, veniva usato per attirare gli spiriti, le dee e gli dei, per scacciare gli spiriti maligni e purificare i luoghi di culto.

Gli oli essenziali sono sostanze altamente volatili, che proprio grazie a questa caratteristica raggiungono facilmente il nostro naso. Sono essenze non oleose, particolarmente concentrate in molte parti della pianta: fiori, resina, corteccia, radici, buccia, foglie e frutti. Essi rappresentano l’essenza della pianta, un vero e proprio distillato di vitalità.

Gli oli essenziali, a secondo della loro potenzialità, esplicano il loro effetto attraverso 3 diverse frequenze d’azione energetica:

  • Alta (nota di testa) agisce a livello spirituale e interiore, con effetto stimolante. Si tratta di oli di profumazione intensa che agiscono con un’azione rapida, sono dinamici e grazie alla loro vibrazione alta e fresca sono indicati per favorire le attività di concentrazione.
  • Media (nota di cuore) agisce a livello emozionale. Sono fragranze intense, sensuali e armonizzanti. Sono mediamente volatili.
  • Bassa (nota di base) agisce a livello fisico. Sono essenze rilassanti, stabilizzanti e balsamiche con aroma caldo e profumo delicato. Sono poco volatili e la loro azione è prolungata nel tempo.

Il termine essenziale fu coniato da Paracelso, straordinaria figura di mago e terapeuta rinascimentale, il quale si fondava sulla concezione secondo cui l’uomo (microcosmo) è specchio e immagine fedele dell’universo (macrocosmo). Paracelso prevedeva la possibilità di estrarre dalla pianta soltanto quello che ne costituiva la parte attiva, intesa sia in senso materiale che spirituale: così come il corpo fisico dell’uomo interagisce con la materia, allo stesso modo la componente spirituale della pianta, la quintessenza, entrerebbe in contatto con la natura sottile dell’uomo, la sua componente invisibile, il corpo astrale, eliminando la materia più densa e aprendo lo schema di intelligenza all’informazione energetica.

Come ho spiegato, ogni olio essenziale ha una frequenza, così come ogni organo e parte del nostro corpo. La frequenza di olio essenziale attrae la frequenza simile nel nostro corpo. Frequenze basse diventano una spugna per l’energia negativa. Le frequenze medie operano cambiamenti emozionali. Alte frequenze operano cambiamenti spirituali nel corpo.

Le frequenze spirituali spaziano da 92 a 360 Hz (per esempio la frequenza delle ossa è 38-43).

Gli Angeli sono energie sottili che vibrano ad una frequenza molto alta. Per entrare in comunicazione con noi abbassano un po’ la loro frequenza, sta a noi lavorare per aumentare la nostra in modo da incontrarci ad un livello vibrazionale intermedio. Ma come possiamo utilizzare gli oli essenziali per creare un collegamento con gli Angeli? Attraverso il loro utilizzo sulla pelle e per inalazione. Per mantenere in te o negli ambienti una frequenza vibrazionale alta puoi usare anche dei diffusori di essenze oppure sciogliere qualche goccia di olio essenziale in acqua calda.

L’essenza preferita dagli Angeli è senza dubbio la Rosa, molto rara da trovare pura e per questo costosissima. Altra essenza molto gradita ai nostri amici è la Melissa ma anche questa è molto costosa. Considerate che 5 ml possono costare anche più di € 200,00.

In base alla mia esperienza, ci sono delle essenze reperibili a prezzi meno esosi con le quali ho avuto una bella risposta dagli Angeli. Una di queste è olio essenziale di Frankincense, perfetto per il potenziamento della pratica meditativa; l’Hinoki, estratto dal cipresso giapponese, ha una frequenza in grado di agire e rinfrescare l’Anima; Palo Santo, che in olio essenziale potenzia le sue caratteristiche di pulizia dalle energie negative e stimola l’elevazione spirituale.

Spesso nel corso delle terapie o degli incontri di meditazione utilizzo anche delle miscele di oli essenziali. Ho avuto un alto gradimento dagli Angeli anche con questo tipo di essenze e la risposta è stata immediata tanto che mi sono fatta l’idea che agiscano in modo più rapido.

La mia preferita è senza dubbio “Stress Away“, un composto di Copaiba, Lime, Cerdarwood, Vaniglia e Lavanda. Ha un effetto calmante e rilassante e crea un’atmosfera magica.
Altra miscela che uso molto è “White Angelica” ed è composta da olio essenziale di Bergamotto, Melissa, Geranio, Ylang Ylang, Rosa, Mirra, Coriandolo, Sandalo Reale Awaiano, Issopo e Abete Nero. Utilizzo questa miscela quando faccio la pulizia energetica sulle persone durante le terapie e quando eseguo la pulizia degli ambienti da energie negative.

Ce ne sono molte altre di cui vi parlerò in seguito e altre ancora che sto sperimentando in attesa di suggerimenti da parte degli Angeli sul loro utilizzo. Vi terrò aggiornati!

Se vi interessa approfondire questo meraviglioso legame tra Angeli ed essenze o se avete bisogno di consigli sulla fragranza adatta a voi o al vostro problema scrivetemi pure sarò lieta di chiedere agli Angeli e riferirvi la loro risposta.

Che possiate essere avvolti da frequenze alte ed elevanti,

Barbara

Leave a Reply