Quando ero bambina il giorno dell’Immacolata nelle case si addobbava l’albero e si allestiva il presepe; le strade si illuminavano di luci festose e tutto assumeva un’atmosfera sognante di gioia e di attesa.

Di tutto l’anno questo periodo, definito avvento, è quello più denso. Ognuno di noi fa il suo bilancio e inizia a pianificare il nuovo che arriva con progetti e aspettative.

Le scritture parlano di annunciazione e il protagonista assoluto di questo messaggio è l’Arcangelo Gabriele. Gabriele fa parte degli Arcangeli Maggiori o Sette Splendenti. Al tempo del Caos Primordiale, tempo indefinito nel quale si dissolse l’Universo dell’Eterna Pace e si costituì quello attuale, ci fu uno scontro tra Angeli luminosi – fedeli alla Luce, e entità oscure – angeli che vollero sperimentare se stessi al di fuori della Luce. MicheleGabrieleRaffaele, Uriel, Jophiel e Zadkiel nel tentativo di ristabilire armonia, combatterono facendo cerchio intorno alla Sorgente Divina e divennero reggenti e protettori delle schiere angeliche.

Il suo nome, Gabriel, significa Forza Divina intesa come purificazione e rinascita. Nella Bibbia cristiana, Gabriel, viene citato nel vangelo di Luca – Nuovo testamento – e nel libro di Daniele – Vecchio testamento. È l’angelo che annuncia a Maria l’incarnazione di Gesù (Luca, I, 26-38). Nella tradizione islamica lo troviamo invece come colui che rivelò a Maometto la nuova religione, episodio descritto anche nel Corano mentre per gli Ebrei è l’Angelo del giudizio. E’ chiaro che il messaggio che porta è quello di nascita o meglio di ri-nascita intesa come evoluzione dell’Anima e del suo destino. L’energia di Gabriel ci accompagna quindi nella conoscenza dei misteri dell’esistenza attraverso il ciclo di nascita, morte, rinascita.

Nel Kundalini Yoga abbiamo un mantra che evoca questo: Sa Ta Na Ma.

SA è l’Infinito

TA è la vita

NA è la morte

MA è la rinascita

L’Anima, per sua natura, è attratta da tutto ciò che è la strada verso l’evoluzione spirituale. Diceva il mio Maestro: “ noi siamo esseri spirituali e ci incarniamo per vivere un’esperienza terrena”. Nella scelta dell’Anima di reincarnarsi si compie il destino, ciò che siamo chiamati a vivere in questa esistenza.

Gli Arcangeli si occupano di bilanciare il nostro karma vita dopo vita. Gabriel sostiene la nostra Anima nella scelta dell’incarnazione.

L’Anima conosce il percorso che è chiamata a vivere, tuttavia,una volta incarnati, viviamo la nostra vita senza consapevolezza di chi siamo veramente fino a quando qualcosa di speciale ci risveglia da questo torpore e ci ricorda che siamo esseri mortali, con un tempo ben definito in cui possiamo giocare la nostra partita.

Insegna Hari Simran S.K. nel Sat Guru Charan: “ ascoltare la vita ci insegna come morire e ascoltare la morte ci insegna come vivere”. Questa successione di vite è una sfida eroica che l’Anima compie e, a volte, non priva di tragicità. E’ compito di Gabriele conciliare la scelta dell’Anima con il piano divino.

La trasformazione nella nostra vita avviene esattamente quando l’Anima, nel corso del proprio cammino terreno, trova la giusta coincidenza con il destino. Il nostro vivere dovrebbe essere quindi costantemente rivolto a cercare la verità spirituale in tutte le cose.

Angeli e Arcangeli non hanno genere femminile o maschile, tuttavia, la loro energia può evocare uno dei due in modo predominante. Gabriel è la manifestazione dell’equilibrio armonico degli opposti. La sua energia porta in sé l’abbraccio dolce di una madre. Ed è proprio nel ventre di nostra madre che avviene la prima rinascita. Immersi in quel liquido che ci contiene per nove mesi evochiamo il processo di purificazione. Non a caso proprio all’acqua viene associato questo potere, basti pensare alle fonti battesimali. L’acqua è uno degli elementi principali – tattvas – di cui siamo costituiti noi e l’intero universo. L’Arcangelo Gabriel governa questo elemento e di conseguenza la sua influenza si manifesta anche nei segni zodiacali del cancro, dello scorpione e dei pesci.

Gabriel protegge i bambini, è suo il compito di accompagnare le loro Anime nella scelta dei genitori; sostiene i genitori nel compito di crescere ed educare i figli; aiutale coppie a concepire anche se a volte può succedere che un’Anima, per motivi a noi sconosciuti, scelga di seguire i genitori senza incarnarsi rimanendo nel limbo delle Anime che si incarneranno in futuro.

Possiamo richiamare a noi la presenza dell’Arcangelo Gabriele visualizzando una luce bianco-argenteo o arancio che ci avvolge e ci fa sentire parte del principio creativo dell’Universo. La sua energia di purificazione si manifesta nella sfera fisica, emozionale, psichica e spirituale dell’individuo. Grazie a questa purificazione possiamo fare esperienza di livelli di consapevolezza più elevati che ci svelano quale sia la nostra missione in questa vita. Per invocare la sua energia, durante le sessioni di meditazione, utilizzo olio essenziale di incenso, mandarino o arancio dolce. Sono fragranze gradite a Gabriel!

L’Arcangelo Gabriele ci aiuta a sviluppare intuizione, chiaroveggenza e facilita i viaggi astrali. Ci aiuta a portare in luce gli aspetti non chiari della vita e facilita la comunicazione tra le persone. Le sue qualità sono in relazione con il secondo chakra – svadistana – sede della creatività e della sessualità e con il quinto chakra – vishudda – sede della comunicazione. Considerato il messaggero per eccellenza,Gabriel, sostiene e ispira il lavoro di giornalisti, scrittori e di tutte le persone che hanno a che fare con la comunicazione.

Nell’iconografia, l’Arcangelo Gabriele, viene rappresentato con in mano un giglio, simbolo della purezza e della verità. A volte è rappresentato con penna e calamaio, a simboleggiare il suo ruolo di messaggero divino; altre volte invece con in mano una coppa dorata evocazione del Sacro Graal.

In questo periodo sento la sua energia manifestarsi in modo particolarmente potente. Nel ripetersi di questa catarsi di nascita, rappresentata dall’arrivo di Gesù, e di morte, rappresentata dal countdown che ci separa dalla fine dell’anno, se chiudiamo gli occhi e apriamo il cuore, Gabriele non mancherà di svelarci i suoi messaggi per indicarci la nuova via e questo, senza dubbio, sarebbe il regalo più bello che potremmo ricevere per questo Natale!

Leave a Reply