Novembre 9, 2018

Angeli e Religione

Molte persone mi chiedono se per entrare in contatto con gli Angeli è necessario essere credenti.

Inizio dicendo che gli Angeli non hanno religione e per questo vengono definiti aconfessionali. Il discorso è però più complesso e per affrontarlo per prima cosa è necessario scorporare la fede dalla dottrina religiosa: la fede è dentro ognuno di noi e può essere riversata in qualsiasi cosa abbia per noi un significato importante. I ricercatori, ad esempio, hanno fede nella scienza! Alcuni di noi nascono già con “un’attitudine” alla fede, per altri invece il discorso è diverso perché, per risvegliarla, hanno bisogno di un esperienza forte o importante.

Al di là di quello che può essere il percorso personale verso la fede, ciò che mi sento di dire in risposta alla domanda è che, per entrare in contatto con gli Angeli, non è necessaria l’appartenenza ad alcuna religione ma la fede si!

La prima forma di fede che dovremmo sviluppare è la gratitudine. Riconoscere la vita come qualcosa di meraviglioso è il primo passo; trovare ogni giorno dei motivi per cui dire “grazie” è il secondo passo; sforzarsi di ringraziare anche quando si attraversano periodi difficili è il terzo passo.
La lista è lunga e spesso non facile da seguire. Per farlo è necessario aprire il cuore e affidarsi.. Per dirlo in una parola è necessario avere “cuor-aggio”!

Questo è il primo allenamento che dobbiamo intraprendere, la base su cui sviluppare fiducia e abbandono verso l’Universo.

Comprendere che esiste una sorgente è importante. A questa sorgente ognuno attribuisce il nome che preferisce: i ricercatori spirituali la chiameranno Gesù, Buddha, Khrisna, Maometto; i più pragmatici invece gli attribuiranno nomi scientifici come cellule, fotoni, protoni. Per quanto mi riguarda la via è nel mezzo. Come affermava Steven Hawking : “la scienza si limiti a spiegare il funzionamento dell’universo. La filosofia a divulgare le nuove teorie scientifiche”. L’integrazione è ricchezza!

Gli Angeli sono energie cosmiche, sono ovunque, in ogni cosa, si manifestano a noi continuamente. Sono nei cinque elementi costitutivi dell’universo: terra, acqua, fuoco, aria, etere. Sono nel moto dei pianeti, sono l’estensione della coscienza superiore, la sorgente creativa e sono accanto a noi per istruirci sui principi della dinamica cosmica. Ogni Angelo sviluppa un programma preciso, ogni Angelo infonde in noi delle qualità e ogni Angelo ha giorni e ore di reggenza e invocare il suo aiuto in quei giorni e quelle ore aumenta l’entità del contatto.

E’ nella natura dell’uomo l’esigenza di catalogare, per questo fin dai tempi più antichi si è iniziato a schematizzare e organizzare il mondo angelico ipotizzando gerarchie e competenze.
E’ chiaro che l’influenza delle varie tradizioni religiose ha inciso non poco sull’attribuzione dei ruoli. Malgrado io sia un’accanita studiosa di angelologia e nonostante ami perdermi nei misteri e nei percorsi cabalistici ed esoterici e coltivi dentro di me una fede che mi accompagna sin dalla nascita, vi invito a sviluppare una vostra personalissima relazione con gli Angeli.

E’ utile ma non necessario chiamarli per nome e conoscere nello specifico le loro qualità. Potete invocare il vostro Angelo Custode quando avete bisogno di lui certi che sarà pronto ad aiutarvi o potete invocare semplicemente gli Angeli per categorie: Angeli della famiglia, Angeli dell’amore, Angeli della salute, Angeli della giustizia, Angeli del lavoro, Angeli dei soldi, Angeli dei viaggi e via così … vi confesso che in emergenza creo delle mie personalissime categorie!

Ciò che invece è estremamente importante e necessario è che ogni richiesta di aiuto nasca dal cuore e non sia in contrasto con il benessere di altre persone.
E’ inoltre importante ricordare che possiamo chiedere “cosa” ma non possiamo pretendere “come”. Cosa vuol dire? Semplicemente che il modo in cui la nostra richiesta sarà esaudita è solo a discrezione angelica.

Tenete ben a mente che, come esseri umani, conosciamo due massimo tre soluzioni per le situazioni. L’universo al contrario di noi può creare miracoli!

Se il vostro desiderio è quello di ascoltare il Sussurro degli Angeli, allora iniziate subito il vostro allenamento! Ogni sera sforzatevi di trovare almeno sette motivi per cui ringraziare della giornata appena trascorsa, poi nell’intimità del vostro cuore chiedete al vostro Angelo Custode di farvi sentire amati e sostenuti. Se volete, potete creare la vostra preghiera personale oppure recitarne una standard ma ricordate che la preghiera più potente è sempre e solo GRAZIE!

Per finire, addormentatevi con un pensiero felice (:

Domande?

Se hai bisogno di maggiori informazioni, inserisci la tua email e verrai ricontattato.

Grazie mille! Verrai contattato al più presto.
C'è stato un errore nell'invio dell'indirizzo email. Per favore, riprova più tardi.

Leave A Comment